idee team building outdoor,team building vino,picnic in vigna,eventi aziendali all aperto

Nuovi trend nei team building outdoor per l’autunno

Le attività all’aperto sono, in questo periodo particolare, una delle priorità nella scelta di un evento aziendale.
Voglia di sognare, imparare, rivivere la socialità ma in totale sicurezza; sono queste le nuove esigenze.
Quali allora i nuovi trend nell’organizzazione di team building outdoor  per la stagione autunnale?

Picnic in vigna

nuove-idee-team-building-outdoor-wine-walk nuove-idee-team-building-outdoor-picnic team-building-vino-outdoor

Visitare i vigneti durante la vendemmia è un’esperienza davvero affascinante e lo è ancor più se abbinata alla partecipazione dal vivo ad uno dei processi che la caratterizzano e ad un picnic gourmet direttamente tra i filari della vigna, magari accompagnati da un sommelier che ci guidi nella degustazione dei vini dell’azienda.
Dalla Franciacorta al Chianti sino alle pendici del Vesuvio tantissimi le strutture aperte e i luoghi in cui è possibile organizzare un Picnic in vigna, soluzione ideale per riscoprire la grande tradizione della vendemmia e coniugare l’esigenza di fare teamwork all’aria aperta con il desiderio di stare in sicurezza.

Fitness & Food

nuove-idee-team-building-outdoor1 nuove-idee-team-outdoor2 nuove-idee-team-building-outdoor

Sport che diventano esperienza da condividere.
Motivo conduttore è il benessere in tutti i suoi aspetti. All’interno di tenute e case di campagna di grande fascino Fitness & Food prevede tante attività in un unico evento; percorsi di biking alternati a passeggiate tra i boschi e sessioni di yoga guidati da professionisti del settore che si completano con esperienze  di gastronomia, dalla cooking class a tema alla degustazione di prodotti locali, per vivere un momento in cui ricaricarsi assieme e ritrovare l’armonia scoprendo paesaggi e territorio.

Truffle Hunting Experience

idee-team-building-outdoor2 team building caccia al tartufo idee-team-building-outdoor4

Caccia al tartufo è un’attività  che coinvolge tutti i sensi e può rivelarsi l’attività all’aperto ideale per un team building aziendale o per una gita autunnale; la natura, i suoi profumi, il silenzio dei boschi e la ricerca di qualcosa di così prezioso che è fuori da ogni controllo umano. Guidati da un vero “trifulao” e dai suoi cani una camminata immersa nel verde per scoprire da vicino il famoso fungo ipogèo, l’oro nero per tante Regioni italiane, e mettere alla prova sensi e spirito di squadra in una serie di sfide gastronomiche  sino alla degustazione finale.

Caccia al tesoro gourmet

caccia-al-tesoro-gourmet2 caccia-al-tesoro caccia al tesoro aziendale,nuove idee team building outdoor,eventi aziendali all aperto

Milano, Roma, Torino, Firenze e Napoli città d’arte e tradizioni, dove ogni angolo è un capolavoro e dove sono custodite il maggior numero di eccellenze food & wine italiane.
Perchè non scoprire storia e delizie gourmet con la più classica delle attività di team building, la caccia al tesoro, in cui ogni indizio risolto conduce le squadre ad una specialità locale da degustare ed ogni  sfida è un’avventura tra monumenti e luoghi nascosti delle più belle città d’Italia fino a raggiungere un autentico tesoro enogastronomico e vincere il titolo di best teamwork.

Arte, natura, sport e gastronomia assieme per vivere momenti intensi da ricordare.
Per saperne di più Contattaci

cooking team building Roma,team building cooking Milano,idee team building

Team cooking; le ricette per gestire gli imprevisti in azienda ed essere creativi

Uno dei motivi che rendono il cooking team building particolarmente richiesto dalle aziende è l’evidenza che ogni aspetto del fare aziendale possa essere tradotto, con la metafora della cucina, in menù ad hoc che il gruppo sperimenta e crea per trarne spunti ed una nuova consapevolezza lavorativa.

Risoluzione dei conflitti, cambiamento, cooperazione, ogni momento della vita professionale reale può essere tradotto in un ercorso culinario specifico.
Sembra impossibile? Alcune ricette preparate dai partecipanti  durante i nostri team cooking ed il tema formativo.

GESTIONE DEGLI IMPREVISTI

Al gruppo viene offerta una selezione di ingredienti a sorpresa da utilizzare  per la creazione di un piatto finito sperimentando l’imprevisto e la sua  risoluzione con le risorse disponibili.

Team cooking Roma,cooking team building ricette,idee di team building Spaghetti Ammollicati

Ingredienti: spaghetti, pangrattato, olio evo, aglio, basilico, prezzemolo,      acciughe, capperi, peperoncino, pomodorini

 Lessare gli spaghetti.

 Nel frattempo in una padella rosolare olio, aglio, acciughe, peperoncino, un  trito di prezzemolo e basilico. Tostare il pangrattato con un pò di olio. Scolare gli spaghetti  e versarli nella padella con il condimento, spolverizzare con il pangrattato, servire.

RISOLUZIONE DEI CONFLITTI

Il menù si basa su ingredienti di provenienza geografica diversa e materie prime dolci/salate contrastante che il gruppo è chiamato a utilizzare raccogliendo in modo armonico i conflitti di gusto e di sapore.

team cooking Roma, cooking team building Milano,idee di team building, eventi aziendali, team building cucina

 Risotto fragole e rucola selvatica

Ingredienti: riso vialone nano, fragole, scalogno, burro, rucola, brodo vegetale, parmigiano, vino bianco, sale

Tritare lo scalogno e soffriggerlo con una noce di burro e un pizzico di sale. Aggiungere il riso e farlo leggermente tostare poi le fragole in parte frullate e in parte a dadini e fare restringere. Sfumare con il vino bianco e lasciar evaporare poi bagnare con brodo bollente continuando a mescolare fino a cottura completa del riso. Prima di servire cospargere di parmigiano, aggiungere la rucola selvatica e mantecare con una noce di burro. Decorare con foglioline di rucola e fettine di fragola.

CREATIVITA’

Creatività è unire elementi esistenti con connessioni nuove che siano utili. Al gruppo è stato chiesto di preparare un menu che, partendo da una ricetta base, fosse reinterpretato nelle sue componenti e presentato in modo inusuale e differente.

cooking team building Milano,idee team building,team building in cucina,eventi aziendali food and wine

 Millefoglie destrutturata al ribes

Ingredienti: latte intero, zucchero, tuorli, farina, semi di una bacca di vaniglia, pasta sfoglia cotta, ribes, more

Mettere il latte con i semi della bacca della vaniglia in una pentola a riscaldare. In una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero e quando il composto risulterà più chiaro aggiungere la farina ed amalgamare bene. Versare il latte caldo nel composto di uova, amalgamare bene e portare sul fuoco ad addensare. Non appena la crema sarà arrivata a consistenza desiderata, versarla in un recipiente in vetro, coprirla con pellicola a contatto e farla raffreddare.

Sul fondo del bicchiere adagiare una parte di ribes ed una di more, qualche cucchiaiata di crema ormai fredda e sbriciolare la sfoglia croccante poi procedere sino a  terminare il bicchierino con la sfoglia sbriciolata ed ancora ribes e more.

Cooking team building virtuali

5 Buone pratiche per eventi e team building online

Con il passaggio dall’evento fisico all’evento ibrido o digitale il dubbio che ogni cliente ci pone è come stimolare networking e interazione tra i partecipanti nell’online.

Affinchè un evento da remoto sia davvero coinvolgente è necessario un lavoro di pianificazione prima, durante e post evento e un’attenta selezione dei protagonisti.
Cinque buone pratiche sperimentate nel corso dei nostri team building:

- Aspettativa
La comunicazione pre-evento nell’online è fondamentale per garantire un’alta attendance all’evento, fattore che spesso nel virtuale può essere soggetto a forti oscillazioni.
Per promuovere l’evento è necessario combinare una messaggistica con contenuti e risorse visive che persuadano gli ospiti a partecipare.
I contenuti creativi utilizzabili variano in funzione del budget disponibile, della tipologia dell’evento e soprattutto della provenienza della platea:

  • Call to action. Indurre l’invitato a compiere un’azione e mantenere alta la sua attenzione dalla mail d’invito sino al giorno dell’evento. Risorse utili in tale senso: il racconto della costruzione dell’evento, dalla storia ai personaggi coinvolti, il dietro le quinte con immagini del live tv set e degli addetti al lavoro, indizi sul contest e sulla creatività prevista, tutto quello che anticipi l’esperienza e la sua unicità generando curiosità.
  • Gift bags. Se l’evento lo consente l’invio di gift bags che includano materiali utili per l’esperienza e piccoli omaggi è, nell’evento fisico come nel virtuale, una strategia sempre vincente.
  • Gift cards. Sono uno strumento molto valido nel virtuale in quanto compatibili con la tutela della privacy del domicilio e per la promozione dell’evento purchè il loro utilizzo da parte dei partecipanti sia guidato e contestualizzato dall’organizzatore. Il ricorso alle gift cards è particolarmente indicato nelle prove creatività.

- Durata e timeline evento
Teoria e pratica dimostrano che per l’attenzione ottimale una durata massima di 45 minuti per sessione è il tempo ideale dell’evento e lascia spazio per la gestione delle Q&A.

- Presentatore e regia
La scelta di un presentatore carismatico e una regia strutturata sono fattori di grandissima rilevanza per il successo dell’evento digitale. Il master of ceremonies è colui che guida, incuriosisce e coinvolge costantemente gli ospiti a partecipare tramite chat pertanto ha un ruolo determinante.
Il Master of ceremonies deve:

  • conoscere approfonditamente le modalità di gestione della piattaforma scelta
  • avere esperienza e skills negli argomenti trattati, meglio se documentate in rete. La scelta di un media influencer come presentatore ha infatti il beneficio di accrescere l’interesse dei partecipanti nel pre-evento e favorire l’interazione in chat
  • contare di una regia dell’organizzatore che lo supporti nel corso dell’evento fornendo in tempo reale, in private chat, spunti che favoriscano l’interazione dei partecipanti in funzione del target clienti, dell’andamento dell’ evento e del coinvolgimento della platea. Fondamentale per assicurare un’esperienza immersiva invitare spesso gli ospiti a dare via chat feedback dei vari momenti dell’evento in corso, a raccontare e raccontarsi, e, soprattutto per gli eventi food & wine, a condividere l’esperienza.

- Creatività
L’alternanza di momenti di lavoro a momenti creativi è importante per mantenere alta l’attenzione all’evento.
Diversi gli strumenti per stimolare la creatività nel virtuale. Quale scegliere è funzione del numero totale partecipanti, della tipologia evento, se sia totalmente virtuale o ibrido, del luogo da cui  si stima gli invitati si colleghino:

  • Pressure test. E’ uno degli strumenti più flessibili, eseguibile in qualsiasi condizione, completamente customizzabile è una prova di creatività a tema e a tempo che i partecipanti sono chiamati ad eseguire utilizzando gli elementi disponibili nel luogo in cui si trovano, o  i materiali acquistati tramite gift cards  nella fase pre – evento, fino alla realizzazione di un lavoro finito da presentare e fotografare.
  • Wheel of names e Polling. Molto semplici da realizzare per una maggiore interattività, sopratutto negli eventi di food & wine, essi consentono agli ospiti di essere coinvolti costantemente, tutti o solo alcuni ad estrazione, come accade nella wheel of names, in una serie di quiz a tema a cui rispondere durante lo svolgimento della sessione.

Tali strumenti richiedono un supporto regia importante per coordinamento e messa in opera.

- Ricompensa e condivisione
La fissazione di una serie di piccoli premi e riconoscimenti per i partecipanti da corrispondere in base al coinvolgimento mostrato, ai risultati della prova creativa o alle risposte date al polling, e la fissazione di un momento di premiazione dedicato accrescerà la motivazione a restare sino alla fine dell’evento e la volontà di condividere l’esperienza sui canali social.